Ricerca e sviluppo

Qualità e igiene

Laboratorio analisi
INNOVAZIONE CONTINUA
Abbiamo inventato nuove tecnologie per un packaging moderno e funzionale
Il successo del Gruppo Piber è da sempre fondamentalmente basato sull'innovazione tecnologica dei prodotti e dei processi, che hanno permesso di offrire al mercato imballi dalle forme sempre più accattivanti, con decorazoni sofisticate e prezzi competitivi.
La prima innovazione risale al 1963, quando vengono realizzati i primi stampi multimpronta a canali caldi che permettono elevate produttività ed eliminano la necessità di rilavorare le materie di sfrido. Con questi stampi rivoluzionari Piberplast diventa il maggior produttore italiano di contenitori monoporzione per yogurt, creando di fatto per Galbani il primo imballo in materia plastica "di massa", che permetteva di confezionare e distribuire con sicurezza ed economicità un prodotto fresco e delicato su tutto il territorio nazionale.
Negli anni che seguirono l'intero settore alimentare si sarebbe rivolto con interesse agli imballaggi in materia plastica per rivoluzionare le metodologie di produzione e distribuzione dei prodotti.
Negli anni '70 iniziarono ad essere evidenti le richieste di diversificazione dei prodotti, grazie all'affermarsi di grandi aziende nazionali e multinazionali, all'esordio dei supermercati e all'importanza crescente della pubblicità televisiva.
Piberplast presenta nel 1974 i primi imballaggi realizzati con la tecnologia IML (In Mould Labeling - etichettatura nello stampo), che permetteva di decorare in modo perfetto, con estrema flessibilità produttiva e con quadricromie di grande effetto gli imballaggi in materia plastica; dapprima introdotta nel settore dei gelati, tale soluzione è stata poi adottata anche per formaggi, margarine, maionese ed altri prodotti, divenendo la chiave che ha aperto il mercato europeo ai prodotti Piberplast.
Parallelamente Esbe, che sarebbe poi entrata nel Gruppo Piber, sviluppava la tecnologia della stampa rotocalco su contenitori e coperchi termoformati, che oggi completa il mosaico Piber delle soluzioni tecnologiche offerte.
All'inizio degli anni '80 Piberplast è stata la protagonista dell'introduzione sul mercato dell'imballaggio del polipropilene, rivoluzionario materiale dalle proprietà ancora in evoluzione, che ha permesso di realizzare imballaggi più economici, leggeri e capaci di conservare le qualità organolettiche dei prodotti alimentari senza tema di confronto con materiali sino ad allora ritenuti superiori come il vetro.
Negli anni '90 la tendenza più evidente è stata la richiesta di cibi e bevande "naturali" e dall'aspetto "artigianale".
La risposta del Gruppo Piber è stata l'immediata introduzione di una nuova gamma di materiali trasparenti, in grado di esaltare le caratteristiche intrinseche dei prodotti contenuti, senza sacrificare nulla alla sicurezza in termini di protezione dell'alimento e di robustezza.
Tali soluzioni sono spesso accompagnate da chiusure "a sigillo", che permettono di eliminare la pellicola termosaldata, garantendo comunque il consumatore finale circa l'inviolabilltà della confezione.
Gli anni 2000 vedono un preciso trend di concentrazione del settore agro-alimentare sotto il controllo di poche grandi multinazionali, accompagnate da pressanti richieste di efficienza produttiva e di qualità in senso allargato.
L'orientamento strategico del GRUPPO PIBER si è dunque concretizzato in molteplici attività: sviluppare la robotica asservita alla produzione e impilamento degli imballaggi, per ridurre i rischi di inquinamento fisico e biologico dei pezzi: operare all'interno di procedure certificate UNI EN ISO 9001, produrre, ove necessario, in CLEAN ROOM (camera bianca), in condizioni controllate e adattabili ai più stringenti capitolati microbiologici.

Capacità progettuale attraverso Know How

I nostri partner possono fare affidamento sullo sviluppo di nuovi prodotti realizzati rapidamente e professionalmente grazie alla nostra lunga esperienza nel campo della progettazione, alla posizione guida nel mercato R&D e alle infrastrutture rivolte alle esigenze del cliente.

Capacità innovativa
Una tecnologia di produzione avanzata, una ricerca orientata al mercato e l'enfasi nello sviluppo hanno portato alla creazione di una nuova generazione di imballaggi in plastica.

Strumenti di progettazione
-Gestione dei progetti strategici
-Tecnologia di sviluppo ed applicazioni versatili e orientate all'utilizzo
-Stabilimenti all'avanguardia
-Sviluppo di stampi pilota, campionatura e test di laboratorio accuratamente orientati alle esigenze del cliente
-Progettazione dei modelli 3D elaborata al computer